10 cose che devi sapere sull’introduzione dell’IVA negli Emirati Arabi Uniti

IVA Emirati Arabi Uniti

L’imposta sul valore aggiunto (IVA) diventerà realtà nei sei paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo dal 2018, mettendo in atto una strategia di diversificazione delle entrate alla luce della recente caduta dei prezzi del petrolio.

Che cos’è l’IVA?

L’IVA è un’imposta applicata sul valore aggiunto di ogni fase di produzione, di beni o servizi.

I consumatori finali generalmente si accollano il costo dell’IVA, mentre le aziende pagano al governo la tassa che ricevono dai consumatori, con la possibilità di ottenere un rimborso sulla tassa che hanno pagato ai loro fornitori. Il risultato netto è che le entrate fiscali al governo andranno a riflettere il “valore aggiunto” di tutta la catena di distribuzione.

Quando verrà implementata?

Gli Emirati Arabi Uniti introdurranno l’IVA con una rata del 5% a partire dal 1 gennaio 2018 e si stima che genererà più di 12 miliardi di dirhams di entrate nel primo anno della sua implementazione.

Come funziona?

Non tutte le aziende saranno soggette alI’IVA.

Soltanto le società che riportano entrate annuali oltre i 3.75 milioni di dirhams saranno tenute a registrarsi al regime dell’IVA dei paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo.

Per le società le cui entrate si collocano tra 1.87 milioni e 3.75 milioni di dirhams, vi è un’opzione di registrarsi per l’IVA durante la prima fase della sua applicazione.

Cosa verrà tassato?

Tutti i dispositivi elettronici, smart phones, automobili, gioielli, orologi, ristoranti e luoghi di intrattenimento saranno soggetti all’IVA. Dall’altro lato, alcuni prodotti alimentari (un numero pari a 100) ed alcuni servizi sanitari, educativi e sociali ne saranno esentati, come annunciato dal governo.

Nonostante ciò, gli Emirati Arabi Uniti si confermeranno fondamentalmente come paese tax-free in quanto non vi sono tasse sul salario e nelle free zones vi è il 100% di esenzione da tasse corporative (per maggiori informazioni circa i vantaggi delle free zones degli Emirati, visita http://www.uaestablishment.com/it/vantaggi-delle-free-zones-negli-emirati-arabi-uniti/ e per consultare la lista delle free zones degli Emirati clicca su http://www.uaestablishment.com/it/lista-delle-free-zones-negli-emirati-arabi-uniti/).

L’IVA diventerà un costo per il business?

Se la società fornisce beni o servizi che rientrano nella categoria soggetta ad IVA, è necessario richiedere il rimborso dell’IVA che incorre nei costi sostenuti.

Se il business concerne la fornitura di quei beni o servizi che sono esenti dal pagamento dell’IVA, non vi è bisogno di richiedere il rimborso dell’IVA che incorre nei costi sostenuti, ma di per sé l’IVA potrebbe costituire un costo per il business se sono i fornitori ad applicare l’IVA e questa non è rimborsabile.

Quali sono le responsabilità delle aziende riguardo all’IVA?

Le società soggette all’IVA devono:

  • Applicare l’IVA sui beni o servizi tassabili che forniscono
  • Richiedere il rimborso dell’IVA pagata in corrispondenza della fornitura dei beni o servizi
  • Registrare tutte le transazioni finanziarie dell’azienda ed assicurarsi che siano debitamente aggiornate, affinché il governo possa verificare l’accuratezza della richiesta di rimborso e le informazioni in esse contenute
  • Riportare la quota di IVA imposta e quella versata al governo

Nel caso in cui l’azienda imponesse un’IVA più alta di quella pagata, la differenza dovrebbe essere pagata al governo. Qualora l’azienda pagasse un’IVA più alta di quello imposta, ne potrebbe reclamare la differenza.

Cosa deve fare un’azienda per preparsi all’IVA?

Prima che l’IVA diventi effettiva, l’azienda deve comprenderne le implicazioni ed impegnarsi ad allineare il suo modello di business in conformità ai requisiti richiesti. Ciò potrebbe determinare alcuni cambiamenti alle operazioni centrali di business, alla gestione finanziaria e contabile ed, eventualmente, alla forza lavoro.

Come e quando bisogna registrarsi per l’IVA?

Il processo di registrazione può essere effettuato online attraverso gli e-services del governo tre mesi prima del lancio dell’IVA.

Ogni quanto bisogna presentare le dichiarazioni IVA?

Le aziende registrate devono dichiarare l’IVA regolarmente, stimando un periodo predefinito di 3 mesi per la maggior parte dei business.

Che tipo di informazioni le aziende devono conservare e per quanto tempo?

Le società devono conservare tutti i record finanziari che consentiranno alle autorità di identificare le attività di business e di revisionare le transazioni entro un periodo di tempo che verrà stabilito dal governo a tempo debito.

Per maggiori informazioni sull’IVA negli Emirati Arabi Uniti, potete richiedercele su contact@uaestablishment.com

 

Dott.ssa Mara Di Marco
Direttrice Generale, UAEstablishment

Lascia un commento